Raffaele Racioppi intervista Roberto Gigio, presidente di Coldwell Banker Italia

Voi siete i rappresentanti di uno del maggiori marchi immobiliari del mondo: come vedete lo sviluppo della condivisione nel mercato italiano?
Sicuramente anche in Italia i tempi sono maturi per un forte sviluppo della condivisione tra agenti immobiliari. Questo momento di mercato particolarmente riflessivo spinge al cambiamento gli operatori lavorando sulle loro vecchie credenze e certezze. Quindi la condivisione e collaborazione tra colleghi è la risposta ad un bisogno reale che lo stesso mercato spinge in modo davvero significativo rispetto al passato.

Quali regole di condivisione indicate ai vostri affiliati?
Poche e chiare: indicare nella propria comunicazione all’interno della rete la percentuale di provvigione presa sull’incarico in esclusiva e dare per scontato che chi propone l’acquirente richieda una provvigione simile. Questo evita incomprensioni di sorta e favorisce sia una divisione al 50% dell’intero ammontare sia la logica del “ognuno il suo cliente”, fermo restando chiaramente la libertà d’impresa.

Ma i vostri affiliati, anche nuovi, non hanno difficoltà ad adeguarsi a questo genere di collaborazione?
No perché lavoriamo molto sulla mentalità e la formazione: come si fa a comprendere qualcosa che non hai mai vissuto se non ricevendo tante informazioni, seguendo regole chiare ed instaurando un clima di fiducia reciproca? Di solito chi non collabora è colui che ha avuto delusioni professionali, talvolta cocenti oppure colui che non lo ha mai sperimentato ed ne ha timore. Noi sosteniamo che se si guardano le opportunità della condivisione più che i problemi, si sfrutta meglio proprio la singola capacità di essere incisivi sul proprio mercato perché la gente preparata è sempre un gradino più su degli altri…

Come si pone Coldwell Banker nei confronti delle innovazioni, sia tecnologiche che di servizio al cliente? 
Non solo le curiamo ma credo di poter serenamente affermare che siamo davvero all’avanguardia. La nostra intranet, chiamata CBWorks, è stata classificata nelle prime 10 tra le migliori compagnie al mondo per ciò che riguarda la piattaforma di formazione. La classifica è stata stilata da Training magazine, il più grande esperto mondiale di valutazione della formazione professionale che classifica le 125 aziende più innovative sotto l’aspetto formativo. Per dare una idea Coldwell Banker è qualche punto dietro MacDonald o davanti a colossi come Intel, Mastercard o la marina degli Stati Uniti. I diretti competitors sono Keller Williams al 73° posto, al 96° Century21 e al 108° ReMax.
Sul CBworks il nostro affiliato può trovare davvero tutto quello che gli serve per produrre meglio in qualsiasi momento desidera e per far aumentare la produzione dei singoli collaboratori. Non manca inoltre il servizio di consulenza dedicata e stiamo già lavorando per l’adattamento alla realtà italiana degli immensi contenuti (sono centinaia di ore) del CBworks e della CBUniversity anche grazie all’apporto di Luca Gramaccioni, uno dei pochissimi formatori davvero esperti sia di metodiche di Real Estate che di Formazione e Formazione a Distanza.

Quindi puntate molto sul trasferimento di competenze?
Come tutti i franchising in Coldwell Banker crediamo che la preparazione sia la base per essere ottimi professionisti. Bisogna però fare attenzione ad importare o utilizzare modelli troppo distanti o troppo teorici: noi crediamo che esista una via “italiana” a competenze che in tutto il mondo nella nostra rete funzionano molto bene, per questo ci avvaliamo in Italia dei migliori esperti del settore. Il nostro paese non è una eccezione ma una realtà con sfumature particolari, da valorizzare per essere competitivi. I nostri piani di marketing, i nostri modelli provvigionali, le opportunità offerte dalla stretta interazione con i mercati esteri possono essere ben sfruttati solo da persone con le idee chiare, davvero competenti e preparate che, guarda caso, sono proprio quelle che interagiscono tra loro facendo della condivisione del business un asset costante di introito.

Spiegaci meglio questo concetto…..
Più che approfondire lo semplifico: se sei un buon professionista ed hai i partner giusti puoi solo che guadagnarci. A patto che i comportamenti quotidiani siano adeguati perché ancora oggi tanti agenti preferiscono condividere un incarico solo negli ultimi giorni nel tentativo di percepire la commissione totale: questione di mentalità ….

Come affrontate il lavoro quotidiano?
Stiamo implementando molto le possibilità di impatto con il cliente finale. Dai social network alla partnership con Replat o all’utilizzo di una versione personalizzata di Gestim o all’utilizzo di Casashare o alla versione italiana di un sito che ha già spopolato nel mondo. Cerchiamo di fare in modo che tutto questo sia poi integrato da modalità operative efficaci tagliate a misura di territorio: dalla qualificazione della richiesta al follow-up pre-org

 
Scritto da il feb 26 2012. Registrato sotto Interviste. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Sia i commenti che il pings sono chiusi.

Commenti terminati


ADVERTISING




Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google


Seguici sui nostri social



ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Scrivi la tua Email per essere aggiornato
btn-siti-vert
CondivisioneImmobiliare © 2011 | Innovation Lab, News & Community per agenti immobiliari | Powered by dm3
Riguardo l'informativa sulla privacy